Disposizioni per UE-AELS

L’accordo bilaterale sulla libera circolazione delle persone ALC (accordo tra la Confederazione Svizzera e la Comunità europea e i suoi Stati membri sulla libera circolazione delle persone) e la Convenzione AELS (RS 0.632.31) regolano l’insieme delle questioni relative al diritto che hanno, in materia di borse di studio, i cittadini degli Stati membri dell’UE e dell’AELS residenti in Svizzera. Queste disposizioni si applicano a tutti i cittadini dell’UE e dell’AELS/SEE. Fanno eccezione per il momento solo i cittadini bulgari e rumeni, perché le negoziazioni sull’estensione del campo d’applicazione dell’ALC a questi due Paesi non sono ancora avvenute.

Figli

I figli dei cittadini degli Stati UE e degli Stati membri dell’AELS possono richiedere borse o prestiti di studio allo stesso titolo dei figli di cittadini svizzeri, a condizione che abbiano il domicilio principale in Svizzera con almeno uno dei genitori (art. 3, cpv. 6, allegato I, in relazione all’art. 9, cpv. 2, allegato I, AELS/ art. 3, cpv. 6, allegato I in relazione con l’art. 9, cpv. 2, appendice 1, allegato K, accordo AELS).

Impiegati / Indipendenti

I cittadini degli Stati sopraccitati che lavorano in Svizzera come impiegati o indipendenti hanno pure diritto a richiedere le borse di studio alle stesse condizioni dei cittadini svizzeri (art. 9, cpv. 2 e art. 15, cpv. 2, allegato I, AELS / art. 9, cpv. 2 e art. 15, cpv. 2, appendice 1, allegato K, accordo AELS).

Studenti

Non hanno diritto alle borse di studio le persone residenti in Svizzera solo per seguire gli studi, che non esercitano un’attività lucrativa o che non sono figli di cittadini degli Stati membri dell’UE e degli Stati membri dell’AELS attivi in Svizzera come impiegati o indipendenti. Vedi anche Allegato I dell’Accordo, art. 24, cpv. 4

Questa pagina in: Deutsch Français

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 12.02.2020

Services