Richiedenti stranieri

Le persone che risiedono in Svizzera unicamente per seguire una formazione o per gli studi, di principio, non hanno diritto alle borse di studio. Per ottenere un domicilio legale in materia di borse di studio, i richiedenti stranieri devono avere il loro domicilio civile da diversi anni in Svizzera o essere in possesso di un permesso di residenza. Nelle norme cantonali si applicano al riguardo regole diverse.

Cittadini degli Stati membri dell’UE e dell’AELS

Richiedenti degli Stati membri dell’UE e dell’AELS sottostanno in materia di diritto alle borse di studio alle particolari disposizioni legali indicate sotto il titolo basi legali.

Regole concernenti il diritto alle borse di studio

Per le persone che hanno diritto a borse di studio in Svizzera valgono le seguenti disposizioni:

  • Il cantone competente è quello del domicilio civile dei genitori, oppure quello in cui si trova la sede dell’autorità di tutela del richiedente.

  • I richiedenti maggiorenni di cittadinanza straniera, orfani di padre e di madre o i cui genitori vivono all'estero, e che hanno il domicilio in Svizzera, hanno come domicilio legale in materia di borse di studio il cantone del loro domicilio civile.

  • Per i richiedenti maggiorenni che dopo una prima formazione hanno risieduto senza interruzione per almeno due anni in un cantone e vi hanno svolto, senza essere contemporaneamente in formazione, un'attività lucrativa che ha permesso loro di rendersi finanziariamente indipendenti, il cantone competente è quello in cui hanno svolto l'attività lavorativa, risiedendovi. La gestione di un'economia domestica familiare è parimenti considerata quale attività lavorativa.

Questa pagina in: Deutsch Français

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 09.06.2020

Services